Aumentare la propria visibilità con il Social Media Marketing (SSM)

da / giovedì, 11 giugno 2015 / Pubblicato in Digital Marketing, Mini Guide

Il social media marketing (ormai conosciuto e spesso nominato con la sigla SSM) è uno dei mezzi che consente di raggiungere potenziali clienti sul web e, contemporaneamente, di mettere in evidenza il proprio brand.

I canali social, infatti, sono ormai diventati una parte molto importante del mondo virtuale, e questo viene dimostrato dalla continua crescita di coloro che hanno un profilo social e dalle nuove piattaforme che di tanto in tanto spuntano sul web.

Per ottenere risultati positivi e vantaggiosi con il social media marketing è necessario partire con un piano o almeno degli obiettivi chiari, così da avere un’idea della strada che stiamo per intraprendere. Lanciarsi allo sbaraglio sulla rete social è rischioso, poiché potremmo allontanarci dalla nostra meta senza accorgercene, non avendo sottomano un piano ben definito. Dunque, la prima cosa da fare è stabilire ciò che si vuole raggiungere e porsi le domande giuste, quali: Cosa spero di ottenere con il social media marketing?, a quale target mi rivolgo? Quale messaggio voglio comunicare?, tutti quesiti che ci aiutano a definire le nostre strategie.

In secondo luogo pensiamo a cosa pubblicare. La frase “Content is king” è da tenere bene a mente, perché la qualità di ciò che postiamo è fondamentale. Il nostro scopo dev’essere portare l’attenzione su di noi, sul nostro marchio e dunque dobbiamo offrire agli utenti virtuali contenuti stimolanti, interessanti e che invoglino a condividere con amici e conoscenti quanto letto. Per aumentare la nostra visibilità, è necessario che diamo vita al tam tam virtuale e, per raggiungere questo scopo, dobbiamo offrire elementi validi e tali da essere condivisi.

Articoli, video, infografiche, foto: la forma ha la sua importanza, ma ricordiamoci di puntare l’attenzione soprattutto sul contenuto. Naturalmente, evitiamo di parlare solo del nostro marchio o di noi stessi, poiché, nel mare di notizie che l’utente può trovare sul web, verremmo scartati rapidamente. Cerchiamo piuttosto di trovare sempre nuove tematiche, notizie e informazioni che siano utili per gli utenti e che spazino tra i vari settori che possono essere legati al nostro. Certo, ogni tanto ci si può anche allontanare completamente dal nostro campo, se c’è un qualche argomento di particolare interesse ed importanza. Ricordiamoci, dunque, che la varietà dei contenuti e della loro forma è sempre efficace nell’attirare e trattenere l’attenzione su di noi.

Oltre alla condivisione di contenuti, dobbiamo creare engagement. Il termine inglese significa coinvolgimento ed è proprio ciò che dobbiamo realizzare sulle piattaforme social. Quando pubblichiamo qualcosa, dobbiamo poi seguire i commenti e le discussioni che si creano attorno; detto in altro modo, dobbiamo interagire con gli utenti, farli sentire partecipi ed ascoltati. Se ci limitiamo solo a postare articoli, senza rispondere a domande od eventuali osservazioni, perderemo immediatamente il nostro pubblico, in quanto dimostriamo poca attenzione e un intento solo pubblicitario.

I social network, proprio come il nome stesso dice, sono dei luoghi di interazione virtuale, per cui è necessario essere attivi e mettersi in gioco. I dialoghi che si possono creare intorno ad un determinato argomento o magari ad un commento, possono rappresentare dei momenti importanti per mostrare le nostre capacità e dare l’idea che non siamo solo un marchio, ma che c’è anche della “sostanza” dietro.

Ricordiamoci, poi, di scegliere il social network che meglio si adatta ai nostri obiettivi ed interessi. Facebook è il social che viene maggiormente impiegato, dove le persone vanno per chattare con gli amici e rilassarsi, o magari distendersi dopo una lunga giornata. Qui bisogna mantenersi informali e con toni quasi amichevoli. Google Plus può essere utilizzato per creare cerchie esclusive, i cui membri possono venire a conoscenza immediata delle nostre novità o magari di occasioni speciali legati al nostro marchio. Twitter è il social dove il dialogo è l’elemento chiave per aver successo: occupiamoci, quindi, di essere il più presente possibile a colpi di tweet. Linkedin è un valido mezzo per ottenere recensioni positive da persone con cui si è lavorato: chiediamo di lasciarci valutazioni positive, così da creare la nostra web reputation. Altri social importanti sono Pinterest e Youtube, dove l’immagine, sia essa una foto o un video, gioca un ruolo fondamentale.

Qualunque mezzo decidiamo di impiegare, è importante dedicarsi al social media marketing con serietà, se vogliamo davvero ottenere maggiore visibilità sul web. Dunque, muniamoci di impegno e pazienza, e avremo ottime probabilità di ottenere i risultati sperati.

 

Gloria Zaffanella è Public Relation Manager di Stampaprint S.r.l., azienda leader in Italia nel settore della stampa online. Dopo una carriera nel print marketing, Gloria ha studiato le dinamiche del search engine marketing per approfondire le molteplici opportunità di un loro utilizzo congiunto.

Su